Su di noi

Pool Operator
Patrick Ammann

Il mio nome è Patrick. Sono cresciuto nella Svizzera orientale, più precisamente a Rorschacherberg, un comune sul lago di Costanza.

Mia madre è venezuelana, mio padre svizzero. Se guardi un po' più da vicino le mie radici, c'è almeno una parte di sangue italiano in me. Un po' di Birchermüesli, come diciamo qui in Svizzera.

Fin da quando ero bambino, ho avuto una vasta gamma di interessi. Vanno dall'informatica, allo sport, all'economia. Influenzato da mio padre, che lavorava come consulente informatico, ero particolarmente affascinato dall'informatica. Per esempio, ho creato il primo sito web per la mia scuola nel 1999.

Qualche anno dopo e ancora entusiasta della
Ho deciso di studiare informatica aziendale all'Università di Scienze Applicate di San Gallo.
Ho deciso di studiare informatica aziendale alla Scuola universitaria professionale di San Gallo, che ho concluso con successo nel 2012.

Crescendo in Svizzera da un lato e in Venezuela dall'altro, ho avuto l'opportunità per tutta la vita di sperimentare come le persone si sviluppano e si comportano in condizioni diverse (ad esempio politiche, climatiche). Così ho potuto vedere e sperimentare molto tempo fa cosa possono fare le organizzazioni centrali se non sono degne di fiducia. La parola chiave qui è politica monetaria e inflazione.

Crescere in due paesi così contrastanti come la Svizzera e il Venezuela, ma anche attraverso vari viaggi, mi ha fatto capire presto:
Viviamo in un sistema che finora ha distribuito il potere e la ricchezza in modo disuguale e ingiusto. Per esempio, non è scontato che tutti abbiano un proprio conto in banca.

Blockchain è stato quindi un argomento che mi ha preoccupato per qualche tempo.
Tuttavia, per me personalmente è "scattato" solo nel 2017.
È stato un articolo di giornale che ha finalmente suscitato il mio interesse e mi ha portato a iniziare a guardare più da vicino l'argomento.

A poco a poco, sono diventato consapevole del potenziale che una tale applicazione gestita tramite blockchain può portare con sé:
- Decentralizzazione (-> distribuzione del potere e dei beni)
- Sicurezza contro la falsificazione (-> la fiducia è possibile senza una terza parte)
- Stabilità del valore (-> possibile la deflazione fissata dal codice del programma)
- Efficienza (transazioni veloci ed economiche, possibili 24/7)

Naturalmente, con tali nuove metodologie, raramente tutto è perfetto fin dall'inizio. Così è anche nel caso della blockchain che Bitcoin, come primo del suo genere, era ed è confrontato con vari problemi.
Lo stesso vale per Ethereum, un altro progetto ben noto.
Tutto questo mi ha portato a Cardano nell'estate del 2020.

Cardano è il progetto blockchain che adotta un approccio scientifico. Questo include, tra le altre cose, che tutte le fasi di sviluppo sono state e sono sottoposte alle cosiddette peer review (altrimenti usuali per le tesi di dottorato).

Il meccanismo di proof of stake di Cardano è anche molto più avanti dei suoi concorrenti.
(ad esempio, le monete non sono allettate e non possono diventare meno).

Maggiori informazioni su "Perché Cardano" possono essere trovate qui.

Attraverso l'attività di ADA Svizzera, voglio naturalmente contribuire alla promozione della rete Cardano. 

Ma per ottenere questo, oltre a gestire una piscina, è anche importante riunire tutti questi nuovi argomenti e concetti.
Per raggiungere questo obiettivo, ho deciso di utilizzare parte delle entrate della piscina per varie attività ed eventi:
- Evento Cardano Marketplace di ADA Svizzera
- Gruppo Telegram per Stakers (contattatemi per il link di invito)
- Laboratori di formazione
- Gestire un database di conoscenze (ADAcazione)

ADA Suisse Ambassadors
Kali

Il mio nome è Iared, sono cresciuto in Ticino ma vivo da tempo a Zurigo. Da anni attivo politicamente, nutro anche un certo interesse per lo sviluppo tecnologico che contraddistingue l’epoca nella quale viviamo. La passione per le lingue mi permette di poter comunicare in cinque idiomi differenti e di occuparmi di traduzioni dal tedesco all’italiano anche a livello professionale.

 

Con sguardo al progresso e al cambiamento, sono qua per restare. Parola chiave: ridistribuzione e indipendenza.

Il fattore partecipativo sta nel centro del mio “perché”. Il fatto che la comunità possa connettersi, autogestirsi e partecipare a una rete così ampia, decentralizzata, sicura e indipendente è davvero grandioso. La semplice curiosità e sete di sapere mi spronano a scoprire sempre di più sulla blockchain, ma soprattutto, sui suoi utilizzi.

 

Obiettivamente credo che la tecnologia della blockchain non possa essere fermata. Non è più una questione di “se”, ma di “quando”. E se vogliamo usare al meglio questo strumento, è fondamentale acquisire familiarità con lo stesso fin dal suo tempo pionieristico.



La serietà, la preparazione paziente e l’approccio scientifico che contraddistinguono Cardano trovano pochi eguali, forse alcuno. Non si tratta “solo” di una blockchain, si tratta di qualcosa di rivoluzionario a livello sistemico. Credo sia importante partecipare e sostenere tale cambiamento e progresso tecnologico fin dall’inizio.

 

L’aspetto ecologico ha anche giocato un ruolo importante. Il protocollo Proof of Stake, permette di fare grandi passi avanti nell’ambito della protezione dell’ambiente, a contrario delle blockchain di precedenti generazioni. Inoltre iniziative come la “Cardano Impact Challenge 2021” confermano che la comunità di Cardano è ragionevole e prende sul serio sfide difficili come quella del cambiamento climatico.

Partecipare alla pool ADA Suisse significa partecipare allo sviluppo e al funzionamento della rete Cardano e alla promozione della stessa in Svizzera. Metto a disposizione le mie conoscenze linguistiche e la mia passione per garantire comunicazione e informazione anche in lingua italiana. Così da dare la possibilità a tutti/e di interessarsi e di partecipare ed eventualmente di coinvolgersi.

 

L'obiettivo primario resta dunque quello di contribuire a creare e a curare una comunità (nella comunità) unita, diversificata e solidale.